La blefaroplastica permette di ottenere la correzione chirurgica di palpebre superiori eccessivamente cadenti. Consiste nell’asportazione dell’eccesso di pelle e di grasso situati nella regione palpebrale superiore. Talvolta viene riposizionata anche la ghiandola lacrimale quando è soggetta a ptosi, cioè è cadente. L’intervento termina con dei sottilissimi punti che vengono rimossi dopo 3-4 giorni dall’intervento e con una cicatrice praticamente invisibile fin da subito che si localizza nella piega palpebrale mediale.

Si può abbinare, nel corso dello stesso intervento, il sollevamento o lifting del sopracciglio, che avviene con due tecniche. La prima consiste nel ricreare la giusta tensione dei tessuti attraverso una piccola incisione nella zona temporale, a livello dell’attaccatura dei capelli, che rimarrà perciò nascosta. La seconda tecnica prevede un’incisione in prossimità della coda esterna del sopracciglio.

Il gonfiore post operatorio è normale e destinato a passare nel giro di pochi giorni.
Nel caso della blefaroplastica superiore, dopo 7-10 giorni la paziente può tornare a svolgere tutte le attività lavorative e sociali.

DURATA INTERVENTO

60/90 minuti

RICOVERO

non necessario

TEMPI DI RECUPERO

una settimana

ANESTESIA

Locale più eventuale sedazione

CONTROLLI POST INTERVENTO

Dopo 5/6 giorni

Compila il modulo per ricevere informazioni